Nel Parco Nazionale dello Stelvio, in territorio altoatesino, sono stati allestiti complessivamente cinque interessati e coinvolgenti centri visitatori: naturatrafoi a Trafoi, aquaprad a Prato allo Stelvio, culturamartell in val Martello, avimundus a Silandro e lahnersäge in Val d'Ultimo, dove si può ammirare una segheria veneziana di ben 200 anni. La sede principale dell'amministrazione del parco si trova, invece, a Glorenza. Ogni singolo centro visitatori si concentra su un tema diverso e importante per il Parco Nazionale: flora e fauna, storia e geologia, acqua e bosco, ed anche l’uomo. I centri visitatori sono mete escursionistiche molto apprezzate da chi vuol scoprire il Parco Nazionale dello Stelvio.

Come è nata la creazione di questi centri visitatori? Il territorio del Parco Nazionale dello Stelvio si trova principalmente in Alto Adige, attorno al Gruppo dell'Ortles Cevedale in Val Venosta, e comprende la laterale Val di Martello, presso Laces, e la Val d'Ultimo ad est. Comprese tra i 650 m di altitudine del fondovalle nei pressi di Laces e i 3.900 m di quota dei ghiacciai, ben oltre il limite degli alberi, nel Parco Nazionale dello Stelvio si trovano tutte le zone climatiche alpine.
Per permettere di conoscere al meglio questa diversità, sono stati creati cinque centri visitatori che illustrano gli importanti e interessanti temi che caratterizzano questa regione. Inoltre, riceverete informazioni sull'area protetta e sui sentieri escursionistici.


Per motivi di sicurezza e per prevenire la diffusione del Coronavirus, i centri visitatori del Parco Nazionale dello Stelvio rimangono chiusi fino a nuove disposizioni.