Dalle aree glaciali del gruppo dell'Ortles Cevedale alle accoglienti pianure della Val Venosta, dai pascoli alpini in fiore ai centri abitati: immersi nello scenario naturale unico d'alta montagna, nell’area del Parco Nazionale dello Stelvio, ci sono idilliaci villaggi i cui abitanti vivono in armonia con la natura e coltivano questo paesaggio culturale. Questi uomini e queste donne sono coscienti della loro responsabilità nei confronti dell'ambiente e mantengono un atteggiamento attento, rispettoso della tradizione e allo stesso tempo innovativo nei confronti delle risorse naturali.

Gli abitanti del Parco Nazionale dello Stelvio sono nella regione alpina un fulgido esempio di vita sostenibile. Essi stanno inoltre percorrendo nuove strade nel settore del turismo e dell'agricoltura, mettendo in rete tutti i fornitori della regione. Nei loro masi e nelle loro malghe i contadini di montagna altoatesini non producono solo prodotti artigianali autentici. Il loro impegnativo e quotidiano lavoro offre anche un prezioso contributo alla conservazione del paesaggio alpino, che altrimenti sarebbe selvaggio. L'agricoltura di montagna è quindi di fondamentale importanza per la diversità dei prodotti tradizionali e di quelli nuovi, ma anche per la conservazione del paesaggio culturale regionale.

Anche il turismo e l'agricoltura vanno di pari passo, sempre con l'obiettivo di mantenere una proficua collaborazione e garantire ai posteri la diversità naturale dell’alta montagna.